2 gennaio 2012

Vitamina D e mortalita'; frutta e verdura e mantenimento peso; beta-carotene e tumore al colon-retto; tv e computer e rischio obesita'

Buon 2012! Dopo i bagordi di fine anno, oggi riprendo la pratica del digiuno settimanale di 24 ore (e ne sento proprio il bisogno!), per cui mi sembra giusto ripartire con qualche notizia su uno dei temi a me piu' cari, quello del longevismo pratico. Per quanto riguarda l'attivita' del blog, fra qualche giorno ripartira' a tempo pieno, ma nel frattempo sara' a singhiozzo.

Le news di NFI - Nutrition Foundation of Italy

Carenza di vitamina D e rischio di mortalità. I livelli di vitamina D nel siero sono inversamente correlati con il rischio di mortalità per qualunque causa

Ruolo di frutta e verdura nel mantenimento del peso corporeo. Il consumo di frutta e verdura può ridurre il rischio di acquistare peso nei soggetti che smettono di fumare

Livelli serici di antiossidanti e rischio di tumore al colon-retto. I livelli di ß–carotene nel siero si associano ad un ridotto rischio di cancro colorettale

Tempo davanti alla TV o al computer e rischio di obesità. Passare troppo tempo davanti alla TV può aumentare il rischio di sovrappeso nel bambino

3 commenti:

Mirco Romanato ha detto...

Ricordo a tutti che la Vit. D costa pochissimo e si può trovare in qualsiasi farmacia.
Per dire, una confezione di due fiale da 300.000 U.I. l'una costa poco più di 5 €. Teoricamente la posologia è di una fiala ogni 3 mesi, ma chi avesse valori ancora troppo bassi di vitamina nel sangue può sempre accorciare l'intervallo tra le somministrazioni. Qui si parla di un 10% di rischio relativo di morte in meno come minimo con un rischio microscopico di effetti collaterali.

AL_SAFAR ha detto...

Ciao in che senso 2 fiale di vitamina D? Assumi una fiala e per 3 mesi sei apposto?! Io prendo integratore di vit D in pillole, una al giorno! Non sapevo di queste fiale.

Mirco Romanato ha detto...

Premesso che non sono un medico e non do consigli medici, una confezione di DiBase 300.000 U.I. costa 5 € e rotti e contiene due fiale assumibili sia per via orale che per via intramuscolare.
L'assunzione per via intramuscolare assicura che tutte e 300.000 U.I. vengano assorbite.
In pratica si, si fa una iniezione ogni tre mesi e non ci si deve preoccupare di ricordarsi l'ennesima pillola ogni giorno. Tra l'altro l'assunzione intermittente di Vit. D può dare effetti opposti (come se ci fosse una carenza).
Personalmente, da tre mesi sono passato a due, perché dopo aver fatto misurare la concentrazione nel sangue, questa era ancora troppo bassa assumendo una fiala ogni tre mesi. Farò, in futuro, altri esami, per verificare che il valore sia salito a sufficienza.