31 gennaio 2012

Tre video robotici: uno poetico, uno spassoso, uno "guerrafondaio"...

Oggi presento tre video robotici: uno poetico, uno spassoso e uno "guerrafondaio" (guardate e capirete).



Ahhh... povero robottino! Poetico o sdolcinato, decidete voi. Quello che e' certo e' che e' estremamente ben fatto (e che esplora, un po' alla Disney, un possibile scenario distopico del futuro rapporto Uomo-Macchina).



Se il robottino del primo video ha una "beautiful soul", quest'altro robottino preferisce "digerire oceani di informazioni" senza quel tipicamente umano fardello chiamato "emozioni". Ed e' pronto a conquistare il mondo (peccato che...) Il video e' del 1964, ma 1) e' troppo divertente, e 2) ha gia' risolto il problema di come tenere sotto controllo un'Intelligenza Artificiale ostile... ;-)



Con l'ultimo video cambiamo il tono di questo post. E' un servizio di 25 minuti di Aljazeera sulla robotizzazione delle forze armate USA. Attenzione, pacifisti: non leggete le prossime due righe... Tragico ma vero: il conflitto armato, per quanto ovviamente distruttivo, e' sempre stato uno dei motori del progresso tecnoscientifico e i soldati americani sono la "cutting edge" tecnologica corrente. Il servizio, ovviamente, non evita gli aspetti politico-etico-legali e il giornalista di Aljazeera e' tutt'altro che entusiasta dell'uso di droni in Afganistan, Pakistan, etc. Un'interessante, ma sicuramente controversa, riflessione dell'esperto di robotica Ron Arkin: l'arrivo del robosoldato autorizzato a decidere autonomanente quando e se aprire il fuoco, potrebbe porre fine ai crimini di guerra, dato che rabbia, paura, odio e frustrazione non saranno parte del suo programma. In altre parole: le nostre macchine potrebbero essere piu' etiche di noi. Per le previsioni piu' futuristiche saltate direttamente al 18mo minuto. Nel video fa un'apparizione anche P.W. Singer, autore di Wired for War, gia' segnalato qui.

E se volete altri video su robotica e d'intorni, Hizook ha raccolto una ventina di TED Talks su questo tema.

Hat-tip a IEEE Spectrum

Nessun commento: