5 ottobre 2011

Il transumanesimo nel film Tron (messaggi subliminali)



Il problema con la teoria cospiratoria presentata in questo video (si notino i riferimenti a scie chimiche e nuovo ordine mondiale, nel video... ) e' che prende una megatendenza spontanea dovuta ad una serie di motivi quali il progresso tecnoscientifico e il nostro innato desiderio di essere piu' efficienti, attraenti, intelligenti, longevi, etc, e ne fa un vasto complotto diretto da misteriose elite...

Qualche altro commento in ordine sparso su questo video dalle idee confuse:

  • ad alcuni transumanisti il progetto Zeitgeist piace, ma non a tutti (io sono piuttosto freddino al proposito, per esempio)
  • gli effetti speciali di Tron sono presentati come messaggi subliminali sulle scie chimiche e gli "ascensori spaziali celati dalla Nasa" (magari!), un'interpretazione che posso solo descrivere come al 50% ridicola e al 50% paranoide...
  • "distruggere la biologia in favore della tecnologia". A parte il fatto che la biologia puo' anch'essa essere descritta come una tecnologia (anche se spontaneamente organizzatasi), ma il transumanismo si realizzera' anche tramite approcci "biologici", come le strategie SENS di Aubrey de Grey.
  • "tutto questo diventera' obbligatorio". Questo almeno solleva delle questioni importanti. Da queste parti il passaggio al postumano e' visto come un qualcosa che dovra' essere nelle mani dell'individuo, ma e' inevitabile che emergeranno pressioni di vario genere che spingeranno verso "l'uomo cyborg": pressioni economiche (i potenziati potrebbero essere avvantaggiati nell'ottenere molti impieghi, per esempio), sociali (i potenziati potrebbero essere avvantaggiati nell'attirare partner sessuali...), etc. Questi esempi saranno al centro del dibattito biopolitico dei prossimi anni e la discussione su come evitarne gli  effetti negativi e' appena cominciata. Ma non sono nulla rispetto al rischio che si passi da una situazione di pressioni indirette, ad una di pressioni dirette, coercitive...

2 commenti:

Anonimo ha detto...

La natura è imperfetta e decisamente perfettibile.
Perciò, io ci vedo davvero solo del bene a cercare di migliorare ciò che ci è stato dato da un sistema fino a prova contraria impersonale e non intelligente (la natura, appunto) attraverso lo sfruttamente del nostro "superpotere", nostro inteso come della specie umana, e cioé l'intelligenza, da cui derivano la scienza e la tecnologia.
Per quanto mi riguarda, abbiamo il DOVERE di superare le limitazioni biologiche, altro che i deliri di quel video ;)

Anonimo ha detto...

Qualche giorno fa ho letto non so dove che più in avanti il nostro cervello potrà essere impiantato in una macchiana/robot capace di farlo funzionare. Ciò sta a dire che noi saremo coscienti di ciò che faremo ma saremo in un'altro corpo/macchina. In questo ci vedo sia del bene che del male. Del bene perchè non avremo più limiti (almeno fisici), malattie, dolori, potremo vivere senza respirare e quindi viaggiare nello spazio ecc. Ma ci vedo del male perchè perderemo la nostra umanità (almeno a livello biologico), questa teoria un pò mi spaventa e un pò mi fa sognare.