2 agosto 2011

Mutamento climatico: l'atmosfera disperde calore piu' rapidamente del previsto

Lampo climatico: l'atmosfera disperde calore piu' rapidamente di quanto previsto dai modelli che prevedono il riscaldamento globale. Queste le conclusioni di uno studio di dati forniti da satelliti NASA. Dettagli e collegamenti su KurzweilAI.net.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Il negazionismo sui mutamenti climatici mal si addice a chi fa del tecnottimismo la propria bandiera. Quale progresso tecnologico può esservi se non si accetta il metodo scientifico? I cambiamenti climatici sono un fatto osservabile e la correlazione con le attività umane sono dimostrate da migliaia di studi. Attaccarsi alle uniche sporadiche controprove, cioè alle eccezioni è antimetodologico. L'ottimismo è ben altra cosa che chiudere gli occhi dinnanzi ai problemi. I problemi, anche quelli enormi come il clima, dovrebbero essere occasioni da sfruttare per accelerare lo sviluppo e l'attuale tecnologia, non occasioni di negazione sterile. Questo almeno è il mio punto di vista personalissimo.

Estropico ha detto...

Lo studio qui segnalato non e' "negazionista" in quanto non nega l'impatto delle attivita' umane sul clima. Indica invece che l'atmosfera disperde il calore piu' rapidamente di quanto si pensasse. Il metodo scientifico dice che quanto emergono dei nuovi dati, essi vanno presi in considerazione. Non vedo quindi perche' questi dati dovrebbero essere ignorati.
Ciao,
Fabio