1 luglio 2011

Kilobots: l'intelligenza di sciame applicata alla robotica

La teoria della complessità ci dice che i sistemi biologici, dagli organismi pluricellulari agli insetti sociali ("superorganismi"), ottengono enormi vantaggi dalla collaborazione di un gran numero di unità, come le formiche che sono inutili da sole ma efficaci in un gruppo. L'interazione organizzata di numerosi individui non-intelligenti può far emergere un sistema che mostra un'intelligenza globale. Come si costruiscono sistemi integrati con caratteristiche simili? Possiamo raggiungere anche per le macchine il tipo di complessità e di affidabilità della natura? Come sfruttare il potenziale dell'intelligenza collettiva nei robot?

Un gruppo di ricerca della Harvard University sta sviluppando sistemi multi-agente capaci di auto-organizzarsi: un gran numero di agenti semplici cooperano per produrre complessi e robusti comportamenti globali. Guidato dal Dr. Radhika Nagpal, il progetto Kilobot mira a rendere gli sciami robotici abbastanza a buon mercato per le masse.



I mini-robot realizzati dai ricercatori sono grandi poco più di una moneta, hanno gambe vibranti, luci lampeggianti, comunicano tra loro e se inseriti tra due superfici conduttive possono ricaricarsi. Hanno un costo irrisorio di circa 14 dollari ciascuno e sono costruibili in soli 5 minuti. Possono essere tutti programmati simultaneamente con un controller a infrarossi, il che significa che non c'è bisogno di perdere tempo a inviare comandi a un migliaio di robot, uno alla volta. L'idea fondamentale è che qualsiasi interazione con uno sciame robot deve essere "scalabile", in modo tale che un aumento del numero di robot nello sciame non si traduca in un aumento della quantità di tempo necessario per interagire con lo sciame.



Generalmente le persone che vogliono sperimentare con grandi sciami hanno dovuto accontentarsi di simulazioni al computer, che vanno bene, ma ad un certo punto bisogna provare le cose nel mondo reale (o in un laboratorio), e Kilobots può far sì che questo accada. Il gruppo di ricercatori sta progettando di espandere lo sciame di robot a 1024 unità, così insegnaranno allo sciame a manifestare comportamenti di auto-guarigione e di trasporto collettivo.  Fonte: IEEE Spectrum

Nessun commento: