10 febbraio 2011

Un medaglione per l'ibernazione. Dispacci da Humanity+ UK 2011 (1)

Torno ad occuparmi di Humanity+ UK 2011 (qui la lista degli speakers), la conferenza tenutasi a Londra il 29 gennaio scorso, di cui ho gia' segnalato i video delle presentazioni.

Provo sempre un certo orgoglio paterno, in queste occasioni, visto il mio ruolo negli eventi che hanno portato, nel corso degli ultimi dieci anni, al formarsi di un robusto movimento transumanista in Gran Bretagna. Per anni ho organizzato eventi mensili transumanisti, ma ho poi dovuto farmi da parte, quasi tre anni fa, causa famiglia in rapida crescita e trasloco fuori-Londra. Fortunatamente, nessuno e' insostituibile: una nuova generazione di organizzatori e' emersa e sta facendo un ottimo lavoro, come testimonia quest'ultima conferenza, che e' stata per me un'occasione per rinnovare i contatti con molti della 'vecchia guardia' e per conoscere gente nuova, fra i quali molti giovani, alla propria prima esperienza del genere. Detto questo, ecco una serie di brevi commenti (a puntate) ad alcune delle presentazioni, insieme a qualche pettegolezzo...

Innanzitutto, chiaccherando con Anders Sandberg, ho notato che portava al collo un medaglione metallico. Ho sospettato subito, e Anders ha confermato, che non si trattasse di un concessione al revival degli anni '70, ma di un medaglione della Alcor - ed era ora! E' sorprendente quanti transumanisti sembrano mettere tutte le proprie uova nel paniere dell'accelerazione del progresso, rischiando di perdere il treno del futuro postumano, magari solo di qualche anno, a causa dei limiti della medicina di oggi, i cui servigi potrebbero necessitare da un momento all'altro. E passi una certa reticenza a stipulare il proprio contratto crionico in Italia, dove gli ostacoli sono tali da scoraggiare tutti tranne i piu' determinati, ma la Gran Bretagna ha la piu' capillare rete di supporto crionico al di fuori degli USA (pur essendo tutt'altro che perfetta).

Sempre a proposito di Sandberg: nel corso della giornato ho notato un piccola troupe televisiva e parlando con Sandberg ho scoperto che si trattava di studenti di una scuola di cinema di Amsterdam che stavano girando un documentario (la loro "tesi" di fine corso) centrato proprio su di lui. "Sono un reality show ambulante", e' stata la sua battuta. Piu' tardi, nel corso della cena post-conferenza, si sono appostati di fianco al tavolo dove il sottoscritto stava chiacchierando con, fra gli altri, Sanders e, dopo aver chiesto il permesso alla decina di persone coinvolte, hanno filmato il tutto. Spero solo di non aver detto nulla di troppo stupido, ma a quel punto ero al mio secondo bicchiere di vino e non sono un gran bevitore... Mi sembra di ricordare che si stesse parlando della possibilita' della coltivazione di uva sui vari pianeti del sistema solare e dei vantaggi e svantaggi del vino virtuale e di quello analogico...

Immagine: il logo degli organizzatori di Humanity+ UK 2011, la UK Transhumanist Association

Nessun commento: