28 maggio 2010

Una proteina che potrebbe rallentare il processo di invecchiamento

La proteina 10 detta HSP10 (Heat Shock Protein), aiuta a monitorare e organizzare le interazioni delle proteine nel corpo e risponde a stress ambientali, come esercizio fisico e infezioni, aumentando la sua produzione all'interno delle cellule.  I ricercatori di Liverpool in collaborazione con colleghi dell'Università della California, hanno scoperto che una quantità eccessiva di HSP10 all'interno di mitocondri - 'organi' che agiscono come generatori di energia nelle cellule - possono arrestare il processo di invecchiamento del corpo attraverso il mantenimento della forza muscolare.

La ricerca, finanziata dal Biotechnology and Biological Sciences Research Council (BBSRC), è stata pubblicato sull'American Journal of Physiology.

HSP10 è naturalmente presente in tutti gli organismi viventi e gli scienziati ritengono che lo studio delle sue funzioni potrebbe rivelarsi importante per il progetto di assistenza sanitaria futura per gli anziani, che sono particolarmente suscettibili di danni muscolari. I ricercatori hanno esaminato il ruolo che HSP10 svolge all'interno delle cellule, per capire ulteriormente come l'invecchiamento del tessuto muscolare sia in grado di recuperare dallo stress.

Il professor Anne McArdle, dell'Università di Scienze Cliniche, ha detto: "La nostra ricerca è la prima a dimostrare che la perdita, legata all'età, della massa del muscolo scheletrico non è inevitabile e questo potrebbe avere notevoli implicazioni per il futuro del'assistenza sanitaria agli anziani. Fra i 50 ei 70 anni si perde circa il 25-30% dei nostri muscoli. Una delle principali cause di lesioni e di morte nelle persone di età superiore ai 65 anni sono spesso il risultato diretto della perdita di mobilità e dell'indebolimento del muscolo scheletrico. Ora dobbiamo vedere come possiamo aumentare artificialmente la produzione di HSP10 nel corpo, particolarmente in relazione all'invecchiamento del muscolo, per vedere se la proteina potrebbe essere utilizzata come una misura terapeutica.". Fonte: Physorg

Nessun commento: