1 maggio 2010

Hel's bet: fantascienza singolaritaria

Un romanzo di fantascienza il cui obiettivo dichiarato e' di diffondere l'idea di singolarita' tecnologica - e perche' no? Hel's Bet e' la storia di Heloise Chin, la quale ha promesso a suo fratello, vittima di lesioni cerebrali, che lei lo salvera' dando una spinta alla singolarita'. Il suo piano, molto hollywoodiano, consiste nel rubare lo shuttle Enterprise dallo Smithsonian Museum e nel lanciarlo da Baikonur. Il tutto allo scopo di finire sulle prime pagine per pubblicizzare la prospettiva della singolarita' e attirare centinaia di ricercatori al settore dell'Intelligenza Artificiale Generale. Qui alcuni estratti del libro, qui il blog dell'eccentrico autore, Doug Sharp, dove leggo che soffre di problemi neurologici, un fatto che getta nuova luce sulla trama del suo libro. Hel's Bet e' il primo volume del suo The Geek Rapture Project. Il secondo si intitolera' War on Death.

2 commenti:

Doug Sharp ha detto...

Excuse my English, but thanks for the the great post on Hel's Bet. I spent the last months splitting Hel's Bet into 2 books: Channel Zilch and Hel's Bet. If you would like to read the manuscript of Channel Zilch, let me know!

Estropico ha detto...

You're welcome, and please keep us updated. And, in answer to your offer, yes please! My email address is estropico "at" gmail.com