16 marzo 2010

Lo scanner che legge nel pensiero

Segnalazione lampo: leggo su Repubblica Salute che per la prima volta un gruppo di studiosi londinesi ha usato degli scanner per imaging a risonanza magnetica in grado di 'leggere nel pensiero': "Con un apparecchio per le risonanze magnetiche funzionali per immagini (fMRI) , che normalmente si usa per monitorare l’attività di vari organi, gli studiosi hanno analizzato i processi mentali che avvengono nella zona lombo temporale del cervello e hanno rilevato che i ricordi lasciano una sorta di segno indelebile, che può essere decifrato". Il cervello umano avrà sempre meno segreti per la scienza? Qui la notizia completa.

Nessun commento: