13 marzo 2010

Letture: Il futuro dell'invecchiamento

Segnalo un libro in arrivo ad aprile: The Future of Aging: Pathways to Human Life Extension. Sulla pagina di Barnes & Noble leggo che proprio quando i sistemi sanitari minacciano di crollare (finanziariamente) questo libro offre una soluzione "biologica" al problema. Una soluzione che potrebbe rendere l'invecchiamento del futuro molto diverso da come esso e' oggi. I quaranta contributori di The Future of Aging illustrano le terapie piu' promettenti in questa direzione: pillole per modulare l'attivita' delle sirtuine, nuove strategie terapeutiche contro tumori e problemi cardiovascolari, tecniche di ringiovanimento mitocondriale, terapie basate su cellule staminali, mantenimento dei telomeri, prevenzione dell'immunosenescenza, riparazione del Dna, nanomedicina.

The Future of Aging: Pathways to Human Life Extension, by Gregory M. Fahy (Editor), L. Stephen Coles (Editor), Michael D. West (Editor), Stephen B. Harris (Editor)

3 commenti:

Franco Fiori ha detto...

E perchè non "clonare" un nuovo corpo identico all'originale ma giovane, e traferire poi la mente nel nuovo cervello tramite un computer?

Estropico ha detto...

Messa cosi' sembra semplice quanto mettersi un cerotto... :-) Mi sembra che il libro miri a stategie piu' a breve termine.

Giuseppe Regalzi ha detto...

Questa del trasferimento della mente in un clone era una tecnica descritta nel romanzo di Cory Doctorow, Down and Out in the Magic Kingdom, e prima ancora in molte opere di John Varley. Purtroppo per adesso e per il futuro prevedibile è, appunto, fantascienza... :-(