19 ottobre 2009

Su Estropico: La velocità di fuga della longevità e la Singolarità. Intervista a Aubrey de Grey.

Continuano le pubblicazioni delle interviste del Singularity Institute for Artificial Intelligence (SIAI), su Estropico. Oggi e' il turno di Aubrey de Grey, biogerontologo, fondatore della SENS Foundation e consulente di SIAI.

C’é una linea di confine, in gerontologia, al di là della quale le cose saranno molto diverse, in futuro, ma è una cosa piuttosto diversa dalla Singolarità. Di solito io la chiamo “velocità di fuga della longevità (V.F.L.)”. E’ un fenomeno meno sconcertante, meno eccezionale della Singolarità. E’ un qualcosa che in effetti abbiamo già visto nello sviluppo di altre tecnologie, come il volo a motore, i computer e altro. Il concetto di V.F.L. dice semplicemente che abbiamo un problema da risolvere: l’invecchiamento. E’ un problema composto da molte sfaccettature. Alcune di queste sono più difficili da risolvere di altre, e dobbiamo risolverle tutte, perchè, come le catene, non siamo più forti del nostro anello più debole. Ma la risoluzione di alcune di queste sfaccettature produce più effetti della risoluzione di altre, quindi non è un problema risolverle anche solo parzialmente, in quanto, così facendo, almeno guadagnamo tempo, tempo che possiamo poi utilizzare per risolvere altri aspetti del problema. Leggi tutto, su Estropico.

Nessun commento: