12 ottobre 2009

Nobel a tre scienziati per studi sull'invecchiamento



La notizia è di quelle che fanno entusiasmare ogni transumanista o sostenitore delle ricerche anti-invecchiamento. Il Premio Nobel 2009 per la Fisiologia e la Medicina è stato assegnato a tre scienziati americani che hanno risolto un un puzzle di lunga data nel campo della biologia cellulare con grande rilevanza per il cancro e l'invecchiamento.

Nello loro studio gli scienziati hanno scoperto che le estremità dei cromosomi, le grandi molecole di DNA che contengono l'informazione genetica, chiamati telomeri, svolgono un ruolo importante per l'invecchiamento delle cellule.

La telomerasi è attiva prima della nascita, quando le cellule si dividono rapidamente. Dall'età di 4 o 5 anni è praticamente spenta in quasi tutte le cellule. Ciò significa che i telomeri si degradano nel corso del tempo, portando queste cellule a smettersi di dividersi. Ma gli scienziati hanno dimostrato che la telomerasi è la chiave per controllare l'invecchiamento cellulare: più la cellula ne produce, più si estende la sua durata a tempo indeterminato. Un premio che investe quindi di grande importanza la lotta per estendere la durata della vita umana. Fonte: New York Times

Via Beyond Human

Nessun commento: