12 settembre 2009

iCub: cresco, gioco e imparo come gli umani



Un piccolo robot umanoide che impara a pensare per se stesso, portando il mondo della fantascienza alla realtà. L'obiettivo principale del progetto "RobotCub" è quello di studiare come gli esseri umani imparano e pensano, usando un robot con le dimensioni e il cervello di un bambino, ma lo studio prevede anche di avere applicazioni pratiche nel prossimo futuro. Il robot chiamato iCub è stato progettato per imparare dall'esperienza e adattarsi ai cambiamenti nel suo ambiente, proprio come un bambino umano.

Con iCub gli scienziati sperano di apprendere lo sviluppo della conoscenza negli esseri umani. L'intelligenza umana si sviluppa attraverso l'interazione con l'ambiente e gli altri esseri umani, i processi mentali sono fortemente legati al corpo fisico e alle sue azioni. L'ipotesi centrale del progetto è quindi che il modo migliore per costruire un modello della mente umana è quello di creare un umanoide che è controllato da algoritmi realistici e ha la facoltà di esplorare il mondo come un bambino vero. Gli scienziati stanno lavorando su diverse versioni di iCub nei laboratori di tutta Europa, nel tentativo di perfezionare "il cervello" del robot, ma il luogo di nascita di iCub,, udite udite, , è l'Istituto Italiano di Tecnologia (ITT) a Genova, in Italia. In un recente esperimento a Lione, in Francia, iCub ha dimostrato che potrebbe cambiare ruoli in un gioco. iCub ha guardato due esseri umani giocare, in cui uno ha alzato una scatola per rivelare un giocattolo, e il secondo ha sollevato il giocattolo e lo ha rimesso giù. La prima persona ha poi sostituito la scatola del giocattolo. Dopo aver guardato la partita, iCub potrebbe assumere la parte di uno dei giocatori. Questo gioco può sembrare abbastanza semplice, ma nella capacità di apprendimento ha posto iCub all'avanguardia della ricerca robotica. Da Physorg

1 commento:

Franco Fiori ha detto...

Mi sembra l'approccio giusto, a lungo andare potrà produrre robots simil-umani.
La mente umana non è una specie di calcolatore nascosto nel cervello, la mente umana "sorge" da tutto il corpo, e lo stesso vale per la "coscienza".