23 giugno 2009

Testosterone e sindrome metabolica

Lo studio: 122 partecipanti (maschi) di eta' fra i 36 e i 69 anni, con bassi livelli di testosterone. Di questi, 47 sono stati diagnosticati con sindrome metabolica. Dopo due anni di trattamento a base di testosterone, il 77% di quest'ultimi non ha piu' i sintomi della sindrome. Inoltre, i livelli di proteina C reattiva (usata per misurare i livelli di infiammazione e collegata alle patologie cardiace) sono scesi significativamente. Secondo uno dei ricercatori, "i dottori sono spesso restii a prescrivere il testosterone per motivi indipendenti dalla funzione sessuale, ma il nostro studio dimostra che il testosterone ha applicazioni terapeutiche molto piu' ampie [...] Siamo giunti alla conclusione che il testosterone, nei soggetti maschi con bassi livelli, puo' migliorare o eliminare la sindrome metabolica e che molto probabilmente abbassera' i livelli di rischio di diabete e malattie cardiovascolari." Hat-tip a FuturePundit

Nessun commento: