1 giugno 2009

Memoria digitale eterna

Floppy, cd-rom, dvd-rom, hard-disk esterni, pen-drive.. Ne abbiamo avuti e ne abbiamo parecchi di supporti per memorizzare i nostri dati; spesso siamo soliti fare, soprattutto di foto, video, documenti (files "unici" quindi) diverse copie di backup in quanto, da buoni transumanisti :), prevenire è meglio che curare: allontaniamo così il pericolo di smagnetizzazioni, rotture meccaniche dei dischi, etc.. etc.. Non vi nascondo che sono tra questi, e un bel supporto per i miei dati che sia "eterno" sarebbe una vera manna dal cielo, contando che andrebbe a braccetto con il mio spirito longevista :) Ed eccolo realizzato, almeno come prototipo, dagli scienziati dell'Università di Berkley. Se la vita massima delle memory card oggi è di 10-30 anni, questo supporto ne "vivrebbe" addirittura un miliardo. Il meccanismo? Non viene sfruttata la tecnologia degli attuali microchip, ma una ben più evoluta tecnologia nanotecnologica priva di silicio e che darebbe, oltre alla vita "eterna", anche una capacità di memorizzazione non indifferente (un terabyte per pollice quadrato, vale a dire un trilione di bit). Bruno Lenzi

Nessun commento: