18 maggio 2009

Carboidrati, acidi grassi, rischio cardiovascolare, tumori, controllo non farmacologico della colesterolemia

Le news di NFI - Nutrition Foundation of Italy

Dieta povera in carboidrati per il controllo glicemico e ponderale nel diabete di tipo II
. Una dieta povera in carboidrati favorisce il controllo del peso e aumenta la colesterolemia HDL.
Acidi grassi omega 3 e infiammazione. L’aumento delle concentrazioni plasmatiche di omega 3 si associa alla riduzione di fattori di trascrizione per citochine con attività proinfiammatoria.
Abitudini alimentari, profilo lipidico e rischio cardiovascolare. Le abitudini alimentari possono effettivamente modificare il rischio cardiovascolare influenzando i lipidi plasmatici.
Carne e rischio di tumori. La modalità di cottura della carne, e in particolare la temperatura eccessivamente elevata, aumenta il rischio di tumore polmonare.
Il controllo non farmacologico della colesterolemia. Parte 4: fitosteroli e proteine della soia. I fitosteroli sono molecole strutturalmente simili al colesterolo, presenti negli olii vegetali e, in quantità inferiori, nelle verdure e nella frutta fresca, nelle castagne, nei cereali...

2 commenti:

Ugo Spezza ha detto...

Sto assumendo Omega 3 in capsule di olio di pesce da 10 giorni e penso di continuare almeno 2 mesi al fine di abbassare il livello di Trigliceridemia (220 contro max 150) ed un livello di colesterolo del 105% rispetto alla norma.

Vi faccio poi sapere come è andata...

extropolitca ha detto...

L'olio di pesce, lo puoi comprare in bottiglia dal farmacista. Di solito è Olio di Omega 3 in bottiglie di plastica scura da 100 ml. Dovrebbe venderle a circa 2-3 euro l'una. Un litro veniva circa 18 euro un anno o due fa.

Se lo si tiene in frigo e lo si chiude bene, non è cattivo e dura.