12 gennaio 2009

Scoperta una molecola responsabile dell'immortalità delle cellule staminali del cancro

Ancora una volta un gruppo di ricerca italiano. Ancora una volta il cancro. Ancora una volta una buona notizia. Alcuni ricercatori dell'Istituto Europeo di Oncologia in collaborazione con le Università di Milano e di Perugia sembrano aver trovato il modo per eliminare questo problema alla radice, distruggendo le cellule staminali tumorali. Tutto girerebbe attorno alla proteina "P21" che "blocca temporaneamente la proliferazione di quel tipo di cellule e dà loro il tempo di riparare il proprio Dna prima di ripartire, ovvero prima di ricominciare a produrre altre cellule tumorali". Colpendo questa proteina si colpisce il tumore alla radice. Intervenendo sulla "P21" infatti, si elimina la riparazione del dna delle cellule staminali che quindi inizierebbero ad accumulare errori su errori, ad invecchiare ed infine a morire. Le stime per cure importanti sono fissate a 5-10 anni da adesso; anche se dovessero impiegarci di più tuttavia è in questo modo che problemi di tal genere devono essere risolti. Sarebbe interessante vedere come agirebbe la "P21" applicata a cellule "sane".

Nessun commento: