03 ottobre 2008

Dispositivi di autocontrollo


Technology Review pubblica questo articolo sul Fitbit, un sensore che traccia i movimenti di una persona 24 ore su 24 per produrre una registrazione dei passi fatti, delle calorie bruciate e anche della qualità del sonno. Il Fitbit è piccolo e pratico da indossare, anche mentre si dorme, si ricarica attraverso una base connessa alla porta USA del computer e trasmette automaticamente i dati attraverso una connessione senza fili. Sarà commercializzato a 99$ per le feste natalizie di quest'anno. Ma la parte più interessante è che la sociaetà che la vende ha predisposto un servizio web dove è possibile uploadare i dati trasmessi da Fitbit al suo programma FitTracker sul computer e quindi ottenere anche più dettagli sui dati raccolti. Inoltre è possibile condividere questi dati con amici, familiari e collaboratori; il tutto senza altri costi oltre all'acquisto del dispositivo. In definitiva, il Fitbit può essere portato sempre con se, ed è il primo dispositivo realmente portatile e commerciale che permette di monitorare la propria persona in modo continuativo. La quantità di dati raccolti e la diffusione di un dispositivo come il Fitbit possono migliorare di molto la conoscenza che abbiamo delle nostre condizioni fisiche e aiutarci ad intervenire per migliorarle. Poter analizzare i dati di migliaia o decine di migliaia di persone, raccolti in modo così continuativo, sarebbe un progresso senza precedenti. Di sicuro in futuro vedremo altri dispositivi simili e altrettanto discreti. Nella mia lista dei desideri, c'è anche:

  • un dispositivo simile al Fitbit che permetta di rilevare l'elettrocardiogramma (ECG) del soggetto;
  • un termometro con le stesse caratteristiche;
  • un sistema di monitoraggio continuo della glicemia che permetta di controllare la glicemia ogni minuto per 3-7 giorni consecutivi (ve ne sono vari tipi in avanzato stadio di sviluppo e commercializzazione);
  • un sistema di monitoraggio dei principali ormoni e ioni nel circolo sanguigno (simile ai sistemi per la rilevazione della glicemia).
  • un sistema GPS personale che mi dica quanto e dove mi muovo.
Voi cosa vorreste controllare e registrare della nella vostra vita?

Nessun commento: